Csòka

Un vitigno veramente Alternativo

Edizione limitata, consigliata per gli amanti dei gusti autoctoni!

L'uva Csóka è una varietà ideale per la produzione di vino perché i suoi grappoli hanno piccoli frutti ricchi di acidi e zuccheri, che contribuiscono ad un gusto "lungo". Considerando il suo contenuto e la consistenza, Csóka è più ricco di Kadarka (al contrario di Csóka diffuso su larga scala in Ungheria) ma non così corposo come Blaufränkisch (Kékfrankos in ungherese).

L’uva Csóka produce un vino di medio corpo, vivace ed energico con brillante acidità e tannini, con un ricco carattere varietale, un colore profondo e bellissimi aromi speziati, completati da un fruttato rinfrescante e persistente. Disponibile nella nostra enoteca come Csókaszölö.

Csóka è un vitigno autoctono ungherese del Bacino Pannonico, che cresceva già nei vigneti locali ancor prima di Kadarka ma che oggi era praticamente scomparso perché non sopporta la produzione in quantità.

Il vitigno è stato salvato grazie alla banca genetica dell'Istituto di Ricerca per la Viticoltura e l'Enologia dell'Università di Pécs e innestato da alcuni viticoltori della zona di Villany su piantagioni di Kadarka. L’esperimento ha avuto successo!

Il vitigno prende il nome dai suoi grappoli blu scuro, quasi neri, che ricordano nel colore l’omonimo uccello passeriforme appartenente alla famiglia dei corvidi (taccola eurasiatica in italiano).